cucina,ricette La Cucina Economica: Quando non hai niente da mettere in tavola...

domenica 30 dicembre 2012

Quando non hai niente da mettere in tavola...


Siete affette da shopping compulsivo?

Con gli ultimi spicci vi siete comperate un paio di scarpe
e dovete preparare una cena per 4?

Siete di quelle che indossano un abito solo una volta e poi dorme nell'armadio?

Avete l’armadio che sta per esondare?

 
  
Bien sûr!
Trovato!
Aprite l'armadio e cominciate a fare la spesa!






La cucina economica consiglia un antipasto di, fagottini di porro ripieni

Ingredienti:
5 foglie di porro
1 patata
1 manciata di funghi porcini essicati
1 cucchiaino di maizena
prezzemolo qb
sale qb
pepe nero qb


Procedimento:
sacrificate i vostri sandali, tanto ormai la stagione è finita…..cuocete a vapore la patata, poi schiacciatela con una forchetta. Prendete 1 delle foglie di porro e affettatela sottilmente. Mettetela a stufare con dell’acqua in una pentola. Mettete a bagno i funghi in acqua tiepida, poi scolateli e strizzateli bene. Mettete i fungi in padella con il porro stufato, fate insaporire un attimo e portate a cottura aggiungendo il brodo vegetale quando la preparazione si asciuga. Sbollentate le foglie di porro brevemente, scolatele e lasciatele asciugare stendendole bene su della carta assorbente. Tagliate le altre foglie di porro in 2 per ottenere 8 quadrati. Preparate il ripieno dei pacchettini unendo la patata con i funghi, il prezzemolo tritato  la maizena e se volete sale e pepe. Mettete una pallina di composto al centro della foglia e richiudeteli come nella foto fermandoli con uno stuzzicadenti in alto. Metteteli a cuocere nella vaporiera di bamboo che poi userete anche come piatto da portata. I tempi di cottura sono soggettivi io li ho cotti pochissimo perchè mi piace sentire la foglia croccante. Potete accompagnarli con una salsa fatta con panna di soia e zafferano. Oppure condirli con del tamari. O semplicemente con un filo di olio a crudo.

Il primo piatto consigliato da La cucina economica è: zuppa verde

Ingredienti:
4 cucchiai pasta all’uovo grattata
1 litro brodo vegetale
700 g verdure verdi (cavoletti, fagiolini, spinaci ecc..)
2  patate
1 dl liquore alla menta
1 ciuffo prezzemolo


Procedimento:
togliete dall’armadio l’abitino del vostro compleanno….mondate le verdure e tritatele piuttosto grossolanamente. Pelate le patate, lavatele e tagliatele a cubetti. Mettete sul fuoco una pentola con il brodo, versatevi le verdure preparate e fatele cuocere a fuoco moderato per 15 minuti. Passate al mixer una parte delle verdure e versate la crema ottenuta nella pentola del brodo precedentemente preparato. Unite il liquore e fate cuocere a fuoco moderato per altri 10 minuti. Aggiungete la pasta, mescolate bene e portatela a cottura. Mondate il prezzemolo, lavatelo, asciugatelo e tritatelo. Versate la minestra nei piatti individuali, cospargetela con il prezzemolo tritato, olio e pepe e servitela subito in tavola.

Come secondo piatto La cucina economica consiglia: sformatini ai broccoli e agretto di insalata romana

Ingredienti per gli sformatini:
cimette di broccolo 800 g
panna fresca g 140
2 uova
burro
pangrattato


Procedimento:
prendete la borsa verde che avete comperato in saldo….lessate i broccoli per circa 5 minuti, poi scolateli e lavorateli con le uova, la panna, il sale e il prezzemolo tritato.
Mettete il composto ottenuto in 4 stampini imburrati e cospargeteli di pangrattato, poi infornateli per 10 minuti a 190°. Sfornateli e dopo averli lasciati riposare per 10 minuti sformateli.


Ingredienti per l’agretto di romana:
1 ceppo di lattuga romana
olio – aglio – capperi
2 filetti di acciughe
sale – pinoli – uvetta – pepe

  
Procedimento:
è arrivato il momento di liberarsi dell’ombrellino che vi ha regalato vostra zia….mettete in ammollo in acqua calda una manciata di uvetta. Lavate la lattuga e tagliate le foglie a metà. In una padella, soffriggete l’aglio appena un pò e aggiungete le foglie di lattuga.  Aggiungete anche i capperi, l’uvetta strizzata, le acciughe tagliate a pezzi, un poco di sale (considerate la presenza delle acciughe che sono già salate), il pepe, coprite non completamente e cuocete per circa 15 minuti girando di tanto in tanto.


Per il gran finale La cucina economica prepara: sorbetto di kiwi e digestivo al carciofo

Ingredienti:
Kiwi 400 g
Zucchero 100 g
Succo di limone 1 cucchiaio


Procedimento:
e via anche l’orologio, tanto non vi era mai piaciuto….versate in un tegamino un dl di acqua, aggiungete lo zucchero, portate ad ebollizione e fate bollire per 2-3 minuti mescolando fino a quando lo zucchero sarà completamento sciolto. Poi togliete lo sciroppo dal fuoco e fate raffreddare. Nel frattempo pelate i kiwi, tagliateli a pezzetti, passateli al passino, aggiungete il succo di limone e unite lo sciroppo freddo.Versate il composto ottenuto nella gelatiera e azionate l'apparecchio programmando un tempo di funzionamento in base al vostro apparecchio. Distribuite il sorbetto in coppette e decorate a piacere con fette di kiwi e ciliegine candite.



Ingredienti:
gr.800 di gambi di carciofo
tre belle foglie di carciofo
1 litro di alcool neutro a 70° (oppure alcool neutro a 96° allungato con acqua)
1 litro d'acqua
gr.700 di zucchero

Procedimento:
i cappelli li comprate ma poi non li mettete pertanto….prendete i gambi e le foglie esterne del carciofo, lavate tutto sotto l'acqua corrente. Una volta asciugati, tagliate le foglie molto finemente e i gambi a dadolata. Preparate uno sciroppo di acqua e zucchero e fatelo bollire a fuoco dolce mescolando in continuazione, fino a che tutto lo zucchero non si è perfettamente disciolto. Fate raffreddare. In un contenitore di vetro sterilizzato mettete l'alcool, lo sciroppo di zucchero raffreddatosi, le foglie di carciofo tagliuzzate e la dadolata di gambi. Lasciate macerare il tutto dai 15 ai 20 giorni. Passato questo tempo filtrate la soluzione con carta enologica, magari anche due volte cambiando la carta-filtro e imbottigliate. Servitelo freddo o con ghiaccio e fette di limone.


credit/matter of taste


2 commenti:

  1. Grande blog, verrò di nuovo qui!
    La ricetta è incoraggiante, sembra grande!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo contributo